4 ore-974 m. 2396 s.l.m. Noi siamo stati fortunati. Abbiamo provato a fare il giro oggi e abbiamo constatato che la realtà è ben distante da quanto descritto in questo articolo. In Uncategorized Posted gennaio 08, 2021Uncategorized Posted gennaio 08, 2021 Raggiunta la cima nei pressi del Rifugio Des Alpes, 2387 m.s.l.m, scendiamo alla forcella di Rodela e iniziamo il nostro itinerario ai piedi del Sasso Piatto sul sentiero n° 4 (557 C.A.I.) Mi piacerebbe meglio capire quali difficoltà avete trovato. Giro ad anello da Campitello di Fassa - Rifugio Pertini - Sasso Piatto - Rifugio Micheluzzi - Val Duron I Rifugi del Catinaccio. Descrizione Da Campitello di Fassa si sale al Col Rodella con l’impianto di risalita. Non oso pensare cosa possa diventare nel fine settimana! Una luce radente arriva dal vallone del rifugio Vicenza, via principale di accesso al gruppo del Sassolungo e ai suoi sentieri. Noi preferiamo mantenerci a quota stabile. Vi ho già raccontato di parecchi posti che si raggiungono da Passo Sella: il mitico Rifugio Salei, dove si può saltare su grandi tappeti elastici davanti al Piz Boè (QUI il post), della meravigliosa Malga Sasso Piatto , così come del Rifugio Comici, con un lungo scivolo e grandi materassi verdi al posto delle sdraio. Oltre i prati dell’Alpe di Siusi si delinea il caratteristico profilo dello Sciliar. Un comodo sentiero quasi in quota, con vista meravigliosa sul Sella con le sue torri fino al ghiacciaio della Marmolada. Arrivati in cima è già tempo per la pausa pranzo. Meglio non eccedere, la strada è lunga. Sono richiesti passo sicuro, calzature robuste ed esperienza alpinistica. Ciao Francesco, mi dispiace leggere il tuo commento. Il punto di partenza del Tour e raggiungibile con i trasporti pubblici. La strada è ancora lunga e per questo ci risparmiamo la sosta al rifugio e preseguiamo, seguendo le indicazioni "Rifugio Sasso Piatto – 527". Da quando ho iniziato a viaggiare non ho piu smesso! dalla quale si può fare il Giro del Sassolungo. Un paradiso per famiglie ovviamente sempre molto affollato, e questa è l’unica nota negativa. Pause per foto e pranzo ci ho impiegato 6 ore e mezza. Arrivati al Passo Sella potete lasciare l’auto nell’ ampio e comodo parcheggio a pagamento, la tariffa è di € 5 al giorno. Se mi seguite da un po’ di tempo avrete ormai capito che si cammina ( anche) per mangiare. Ci metterò un po’ a memorizzare tutti i nomi ma tenendomi compagnia tutto il giorno imparerò a distinguerli. Girando attorno a questa montagna si ha la possibilità di poter ammirare davvero molte cime Dolomitiche, prime fra tutti la Marmolada. Roda de Vael, passo Cigolade, passo del Soffion e 'vial de le Feide' 3 ore e 30--2553 . Giro del passo delle Cigolade . Da qui è possibile rientrare a piedi lungo strada forestale o utilizzando un comodo servizio jeep-navetta. Your email address will not be published. Escursioni - Giro del Sassopiatto - Sasplat. Con andatura tranquilla e dopo aver stretto nuove amicizie raggiungiamo il Rifugio Comici (circa 40 minuti). Caratteristiche del percorso: 4 ore-974 m. 2396 s.l.m. Ma non solo! L’altra chicca di questo rifugio sono i bagni, talmente tecnologici che vi sembrerà di essere su una navicella spaziale. All Rights Reserved. Offre una spettacolare vista sul gruppo del Sella e sulla Val Gardena, un panorama che si rimarrebbe a guardare estasiati per ore. Io l’ho intrapreso in senso anti orario e così lo rifarei. In alternativa la partenza dal Passo Sella vi lascerà più margine di azione. Scopri la destinazione: Escursioni in Dolomiti Val Gardena. Sotto di noi il verdissimo altopiano di Siusi è punteggiato di baite e mucche, il cui tintinnio dei campanacci arriva fino a noi. Ähnliche Berichte (37) In der Nähe; T2. Alpe di Siusi / Seiser Alm – Rifugio Sasso Piatto Itinerario ad anello da Seis am Schlern - Siusi allo Sciliar. Rifugio proponente: Rifugio Micheluzzi. Giro ad anello rif. Infine da quest’ultimo rifugio si seguono le indicazioni per il passo Sella chiudendo così l’anello di quest’escursione. Un’altra variante per dimezzare i tempi è prendere la cabinovia che dal Passo Sella porta alla Forcella Sassolungo, forcella che separa il Sassopiatto dal Sassolungo e dove sorge il rifugio Demetz. Quello che voglio raccontarvi oggi è il Giro della Bullaccia, un giro ad anello che vi consentirà di ammirare la Val Gardena e l’Alpe di Siusi dai punti più panoramici. Il Sass Pordoi o Sasso Pordoi è un rilievo delle Dolomiti, nel gruppo montuoso del Sella. Si raggiunge velocemente la Forcella Rodella (2311 m) da dove si segue a sinistra sul segnavia n.557 Friedrich August Weg.Passando per il rifugio Friedrich August, si segue il bellissimo sentiero che prosegue in direzione ovest lambendo i piedi degli imponenti massicci del Sassolungo e del Sassopiatto, veri e propri capolavori della natura. escursione ai prati dell’armentara: un suggestivo giro ad anello. Poche decine di metri e, a sinistra, si vede un sentierino, mal segnalato, che prosegue per crinale. Il primo frangente di salita ricalca le epiche ascese del giro d’Italia che si svolgono a cospetto del Sasso Pordoi. Ho rifatto questa escursione di recente e ti posso confermare quanto scritto in precedenza. Ciao Danilo, sono felice che l’escursione ti sia piaciuta! Propongo un bel giro ad anello, da fare anche in due giorni con pernottamento in rifugio, partendo da Campitello di Fassa, passando sotto il Sasso Piatto e attraversando il Catinaccio d'Antermoia, con eventuale salita in vetta. Difficile. Consigli: essere ben equipaggiati, utili i bastoncini telescopici soprattutto per la discesa, si può anche tornare a Campitello con servizio taxi-fuoristrada (servizio privato). Continuando a circumnavigare il Sasso Piatto si procede per il sentiero CAI 557, tratto molto bello e panoramico che porta prima al rifugio Sandro Pertini, situato sempre a quota 2300 metri s.l.m. Si pone ora l’eterno dilemma dei giri ad anello: in senso orario o antiorario? Se vuoi conoscermi meglio clicca sulla mia foto. Senza saperlo mi sono tenuta il meglio per la fine, anche se è difficile stabilire quale sia la zona più panoramica di questa bellissima escursione circolare. Forcella Rodela, anello del Sasso Lungo e Sasso Piatto Giro ad anello Rif. Noi siamo partiti dal Passo Sella, ma è anche possibile salire da Campitello di Fassa con la funivia Col Rodella. In rete avevo letto che il tempo di percorrenza medio era di circa 5 ore e mezza – 6 ore. Dipende sempre dal tipo di andatura che volete mantenere e quante soste fate. Si prosegue sempre in traverso con lievissimi saliscendi raggiungendo il Rifugio Sasso Piatto (2305 m) situato sotto la caratteristica parete sud del Sasso Piatto. Dopo aver attraversato gli stabili della malga si imbocca a destra in discesa (direzione sud) il sentiero n.533. Ottimo allenamento richiesto. Il massiccio del Sasso Piatto è ormai alle vostre spalle e, per raggiungere l’omonimo rifugio, bisogna risalire il sentiero n°9, largo ma molto pendente. La partenza del giro ad anello è prevista presso il parcheggio Telecabina del Passo Sella. Bisogna quindi avere un buon passo ed essere un minimo allenati. La sede di partenza è il centro di Ortisei. Salva. E’ questo il Sentiero delle Creste, da trascurare. Sto parlando dell’escursione ai prati dell’Armentara, uno spazio di placida natura situato, come un verdeggiante e morbido tappeto, ai piedi dell’iconico Sasso di Santa Croce. Il massiccio che un tempo era una barriera corallina, è noto sia d'estate che d'inverno: il Sassolungo e il Sasso Piatto sono famose mete per escursioni e ferrate, qui si trovano p.e. In questo primo tratto di sentiero i turisti che si incontrano sono tantissimi ma mano a mano che procediamo si diradano. Dalla stazione a monte si scende brevemente sulla stradina forestale in direzione nord lungo il segnavia n.529. Se da un lato l’adrenalina del trekker ci spinge a voler fare e vedere tutto, dall’altro lato siamo consapevoli che il giro è ancora lungo e non siamo nemmeno a metà del percorso. Il percorso su questo tratto è in gran parte sassoso e stretto ma il panorama ripaga di ogni fatica. In barba alle previsioni sconfortanti di qualche giorno fa, oggi è prevista una bellissima giornata di sole. Tutti i percorsi in MTB ... in quota, anche su tratti sconnessi e insidiosi, fino al rifugio Sassopiatto. E' un itinerario classico e molto corribile, ma che concede diverse varianti qualora si abbia voglia di allungare il giro base ed aumentare il dislivello. e poi al rifugio Friedrich August, ultimo rifugio del giro. La mia montagna dolomitica preferita 2,9 km/h. Lontane appaiono anche altre due importnate montagne, il Sasso Piatto e Sasso Lungo. SMARTWORKING – La scrivania si trasferisce in montagna, Valle d’Aosta – Escursione nel Vallone di Levionaz, Val d’Ayas – Escursione al Rifugio Mezzalama. E' il tratto forse più dolomitico dell'intero anello ed è anche il punto meno frequentato. Con una funivia dal Passo Sella si raggiunge inoltre la cresta del Sassolungo su 2.681 m s.l.m. Un abbraccio. Dal Passo Sella imboccando il sentiero nr. 557, che ci riporterà al Passo Sella, toccando nell’ordine il Rifugio Sandro Pertini, il Rifugio Friedrich August ed infine il Rifugio Salei. L’itinerario risulta piuttosto semplice visto che si guadagna quota con gli impianti di risalita del Col Rodella (Campitello di Fassa) consentendo di partire a piedi dal punto più alto di giornata, a quota 2396 m. Tuttavia il percorso si rivela abbastanza lungo e richiede un certo allenamento muscolare per affrontare in tranquillità la bella discesa sul sentiero n.533 che collega il rifugio Sassopiatto con il rifugio Micheluzzi in Val Duron. La nostra mini vacanza in Val di Fassa parte alla grande. Questo giro ad anello offre infatti diverse varianti di cui di parlerò in chiusura. Si raggiunge il suggestivo rifugio Pertini (2300 m) dove si sosta ad ammirare il pilastri di Torre Innerkofler e Zahnkofel. Durata: 4:00 h - Dislivello: 380 m La meta è a circa 3 – 4 ore di cammino, ma il panorama ripaga gli sforzi e lascia senza fiato – tra gli altri si possono ammirare l'Alpe di Siusi, lo Sciliar, la Marmolada e naturalmente il Sasso Lungo e il Sasso Piatto. Grazie per le informazioni! Ci attendono circa 3 ore di cammino ma siamo talmente rapiti dalla bellezza del paesaggio che camminerei all’infinito. 526 ci dirigiamo da subito verso il Rifugio Comici, attraversando la città dei sassi. Se però avete intenzione di fare il giro completo tenete conto che la funivia chiude alle 17,30. Si percorre in discesa la mulattiera che si ricollega con la forestale della Val Duron che va seguita fino ad arrivare al Rifugio Micheluzzi. . Il Comici più che un rifugio di montagna è un Resort all’avanguardia ad alta quota. Eccoci nuovamente in Val di Fassa. Qualunque sia la variante a voi più congeniale, rimarrete ammaliati dalla bellezza delle Dolomiti. Ovviamente il tempo di percorrenza varia molto in base all’andatura di ognuno di noi e il giro completo richiede un minimo di allenamento. Sasso Lungo e Sasso Piatto.