E’ una pianta di origini europee ed asiatiche, può arrivare a misurare anche 10 metri anche se dalle nostre parti non se ne vedono di così alte se non in rari casi. - Con questo nome s'indicano i rami giovani, decorticati, flessibili di talune specie di salici, che si usano per lavori d'intreccio, fabbricazione di canestri, ecc. Aperti in numero pari i fori nella periferia del disco di base vi inseriamo i montanti dal loro capo più sottile, spingendoli fino a quando si bloccano nel foro. Le sentinelle dell’acqua . ho visto nei tuoi lavori vari colori,è tutto salice? L'arte d'intrecciare vimini è assai antica e diffusa. quello scuro mi piace molto che cos’è? Molte sono le specie di salice che si possono trovare in giro, ma non tutte vanno bene per fare cesteria; alcune non si possono proprio intrecciare perché si spezzano, come il salice piangente, altre presentano rami troppo ramificati, corti e tozzi. Presso i Greci il λυγοπλόχος e, presso i Romani, il vietor o viminator costruivano con i vimini ceste, recipienti, sedili, ecc. Caratteristiche botaniche: Piccolo albero o arbusto eretto, a crescita rapida, alto fino a 10 metri. Passiamo ai frutti della Salicee che sono sempre delle capsule, non particolarmente grandi né sfarzose, ma che contengono molti semi con tanto di ciuffi di peli. Impagliature a mano e a macchina Materiali per impagliatura sedi 5-mar-2019 - Pianta di vimini, in realtà si chiama Salice da vimini, in gergo scientifico Salix viminalis, e appartiene alla famiglia delle Salicaceae. I lepidotteri quando attaccano la Pianta di vimini arrivano anche a defogliarla del tutto, altre malattie tipiche della specie sono invece ticchiolatura e ruggine, oltre al cancro. Tagliare un salice desertico mantiene la pianta ordinata e attraente. (adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); Si chiama Salice da vimini, in gergo scientifico “Salix viminalis”, e appartiene alla famiglia delle Salicaceae. Che ne dite? … Infatti, affinché un salice dia dei buoni rami (non solo per i cesti) deve essere potato tutti gli anni in quanto solo i rami più giovani, cresciuti durante la primavera precedente, vanno bene; mentre i rami più vecchi sono troppo grossi, legnosi e pieni di diramazioni. Ecco invece le regole della potatura vera e propria: – si deve potare durante il riposo vegetativo della pianta, cioè in inverno quando non ci sono più le foglie, meglio se in luna calante; -i rami da tagliare sono quelli cresciuti durante l’anno. Non amano i terreni montuosi, preferendo le pianure e i litorali. anche io mi diletto nell’intreccio,ma ho difficoltà a mantenere freschi i rami del salice anche se li metto a mollo in acqua.vorrei sapere per cortesia come mantieni i rami del salice dopo la cernita in fascine,e fino a quanto tempo dopo riesci ad utilizzarli per l’intreccio. Vorrei sapere come va effettuata la potatura iniziale al fine di ottenere la classica forma di un tronco alto circa 1,5 metri con il ciuffo di rami sopra. Il Salice Bianco è un albero alto fino a 25 m, dalla chioma aperta e i rami sottili, flessibili e tenaci, corteccia giallastra o grigio-rossastra. Potatura del salice - YouTub . Non si tratta di un tocco estetico originale di Madre Natura, questo accessorio è molto utile e agevola la disseminazione. i vimini che compri li trovi secchi? scusa la mia curiosità spero di non essere troppo invasiva. POTATURA DEL SALICE. Home » Giardinaggio » Guide Giardinaggio » Pianta di vimini: caratteristiche e coltivazione. La messa a dimora delle giovani piante va eseguita i… La falce e la falciatura a mano, i vantaggi. Se volete parlarne mi trovate al 346.3396863 grazie, Complimenti per il blog e grazie per la condivisione! Puoi trovarlo tra più di 7.954 Piazze italiane Tornando alla Pianta di vimini, vediamo che caratteristiche ha e se può essere anche ospitata in giardino. Vimini bianco 15MP. Gli attrezzi utili per potare il salice sono: -una scala (spesso i salici venivano tenuti alti per evitare che la pianta desse fastidio o che venisse mangiata da qualche animale); Essendo il legno del salice molto tenero ed essendo tutti rami giovani non è necessaria la motosega. Chi e interessato a produrre per se, e sperimentare, e provare!!!!! Potare il salice potrebbe rivelarsi una scelta molto rischiosa, soprattutto per la vostra pianta. Nella parte superiore sono color verde grigio mentre in quella inferiore bianche e pelose. Io uso soprattutto salice e vimini (salice sbucciato, bianco, rosso, nero) che acquisto. I’m definitely enjoying the information. raccolta erbe spontanee mangerecce edibili. Dopo Vaiano cosa mi porto a casa. Ma ne sono rimasti pochi di salici della vigna rispetto al passato: molti sono stati abbattuti e altri, una volta morti (non è infatti un albero longevo), non sono stati rinnovati (operazione molto semplice, basta piantare un tralcio di ramo nella terra umida), probabilmente perché se non viene potato tutti gli anni si allarga troppo e dà fastidio. Anche se il momento migliore per potare è l’inverno, prima che la linfa spinga, se non vuoi farla crescere puoi potarla anche adesso o in piena estate. Piccoli commercianti di vimini e salici per intreccio e cesteria, dal 1947, salici da intrecciare, salici bianchi, salici rossi, salici freschi con corteccia, salici secchi con corteccia. che siano comode per la raccolta. Un metodo utilizzato dai contadini è semplicemente quello di prendere degli astoni (ovvero rami della pianta con un diametro di 3-4 cm, lunghi circa 2 m, senza rami laterali) e provare a farli radicare piantandoli direttamente nel terreno per circa un terzo della loro lunghezza, badando a mantenere elevata l’umidità del suolo. © Foto e testi 2015 di Esteve Anghilante e Barbara Salerno | All rights reserved. La moltiplicazione del Salice da vimini avviene per seme, per talea legnosa o semilegnosa a aprile o margotta o propaggine in luglio. Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su Twitter, Facebook, Google+, Instagram, Pubblicato da Marta Abbà il 18 Maggio 2018, © 2021 IdeeGreen S.r.l. Salice da vimini - Salix viminalis L. Salice da vimini - Salix viminalis L. (foto http://domenicus.malleotus.free.fr) Il salice da vinini (Salix viminalis) appartiene alla famiglia delle Salicaceae. I fiori della Pianta di vimini spuntano tra marzo e aprile, le rose invece sono caduche ma permangono più a lungo e sono lineari con lamina seghettata, lunghe anche 15 cm. È necessario selezionare uno stelo centrale come quello da mantenere, quindi iniziare a potare la potatura del salice piangente. Taglia tutti gli altri leader in competizione. La maggior parte di esse vive in regioni con clima temperato, situate nell’emisfero boreale, ma non sorprendiamoci di trovarle anche in alcune aree di quello australe come ad esempio in Oceania e in Antartide. Tante piante non vengono però nemmeno potate, stante oramai l’imperare dei legacci di materiale vario. Ciao Roberta La potatura del salice Pubblicato il 2016-01-29 2016-01-29 da Esteve Come promesso la scorsa settimana, ecco il primo post sulla cesteria Anostomodo; ovviamente non potevo che iniziare con la raccolta della materia prima e quindi con la potatura del salice, che è il materiale che ora uso di più. Avete capito bene, esist… Quello nero è un vimini che è stato tostato sotto calce, o almeno così mi ha detto chi me l’ha venduto, sono rami più delicati e più difficili da usare del vimini bianco o rosso ma esteticamente sono molto belli. Nonostante sia una pianta in via di pressoché totale eliminazione dalle campagne, il salice da vimini occupa ancora spazi nelle zone marginali, di mezza montagna, in aree prative molto umide. report a problem. Trovi anche potatura giardinaggio. Non è difficile distinguerli perché hanno la corteccia più liscia e colorata (il colore ovviamente cambia a seconda della varietà); -vanno tagliati tutti i rami giovani. Ecco alcune regole di buona educazione per la potatura “girovaga” (cioè di piante non proprie), come nel mio caso: La prima regola è: chiedere il permesso al proprietario prima di tagliare; spesso i proprietari sono felici di liberarsi del lavoro di potatura, basta chiedere. Ciao Roberta La pianta di vimini appartiene alla famiglia delle Salicacee, una famiglia di Angiosperme che vede tra i suoi membri molte specie legnose che conosciamo sia come alberi, sia come arbusti. Se usati secchi invece vanno tenuti a bagno per una decina di giorni (occhio che troppo marciscono, troppo poco si spezzano) e lasciati asciugare per 3 o 4 giorni in un posto fresco e all’ombra; resteranno malleabili per almeno una settimana. La potatura non è una cosa semplice da realizzare: è importante effettuare il taglio delle piante e degli arbusti del giardino in modo corretto, poiché si tratta di esseri viventi, che necessitano di un aiuto durante il loro sviluppo e tagliare i rami in maniera scorretta può compromettere gravemente la … grazie. Alcuni appassionati ne coltivano qualche esemplare, magari […] I primi presentano degli stami possono essere pochi, tra i 2 e i 5,  molto, fino a 60, come accade nella specie Populus. Oggi li si trova ancora in aperta campagna, spesso lungo i canali irrigui dove avevano anche la funzione di consolidarne gli argini grazie alle radici ben sviluppate. E’ una pianta senza dubbio rustica, in natura ibridizza spesso con altre specie di salice e questo non fa che creare confusione quando la si vuole riconoscere e far riprodurre. Per informazioni su come sfoltire, fare clic su questo articolo. Cresce in Asia occidentale e in Europa e si presenta come un arbusto di circa 10 metri di altezza. Se lasciamo dei rami l’anno successivo non saranno più adatti all’intreccio. Seconda regola: quando si pota un salice va potato tutto, altrimenti l’anno successivo la pianta sarà rovinata. Vi chiedo inoltre dei consigli su eventuali altre “forme” da ottenere (cespuglio?) Il salix alba-vitellina (salice giallo) è una delle varietà di salice più buone per la cesteria e se ne trova ancora parecchio nelle nostre zone (in questo periodo si vede anche da lontano grazie alla sua colorazione gialla). Le immagini e i contenuti di questo blog sono di proprietà del suo autore: è vietato qualsiasi uso degli stessi senza la sua autorizzazione. Il disco è ricavato da una tavoletta da 1 cm. Infatti, affinché un ramo vada bene per la cesteria, deve essere il più possibile lungo, sottile, regolare per dimensione e senza diramazioni. ce ne fossero così….si risparmierebbe la fatica di provare e riprovare sbagliando….grazie dei suggerimenti frutto di esperienza mai pagata. PERTANTO, NON PUÒ CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 7/03/2001, -i rami vanno quindi selezionati dividendoli per lunghezza e per diametro (normalmente. Il Salix viminalis viene coltivato da lungo tempo nelle campagne, spesso lungo i corsi d’acqua, a capitozzo, per la produzione di rami da vimini. Ora raccogliete le punte dei rami più alti e tirate in su, scuotendoli nel frattempo in modo che gli altri rami più corti ricadano nel bidone. Il salice da vimini è detto anche vinco, da cui vincastro per l’aggiunta del suffisso peggiorativo-astro. i rami di salice tagliati in inverno sono utilizzabili subito e, tenuti in ambiente fresco e all’ombra, si possono mantenere buoni per l’intreccio anche per 2 o 3 mesi. Infine legateli in fascine, P:S. Anche potare può essere un’esperienza piacevole, si sta all’aria aperta, si ha il tempo per pensare, e ogni tanto si hanno delle sorprese, in questo caso un vecchio nido; un pò malridotto per essere conservato ma mi ricorda che nel mondo c’è chi intreccia rami da molto prima di noi. e un’altra successivamente a casa con il metodo del bidone che ora vi mostro. synonyms - salice da vimini. Io uso soprattutto salice e vimini (salice sbucciato, bianco, rosso, nero) che acquisto. io taglio da dicembre a inizio marzo (quando la pianta è a riposo). Quando inizi a tagliare un salice piangente, la prima cosa da fare è guardare oltre tutti i leader. Trova prezzi per Manutenzione caldaie da imprese qualificate a Salice Salentino (Lecce). NON AUTORIZZO la pubblicazione dei testi in tutto o in parte e delle foto, in alcuno spazio della rete, che siano forum o altro, senza preventiva richiesta perché protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941e successive modifiche. salice da vimini (n.m.) vinco. Divisione: Spermatophyta Sottodivisione: Angiospermae Classe: Dicotyledones Ordine: Salicales Famiglia: Salicaceae Il Salice da vimini si trova dall'Europa centrosettentrionale alla Siberia. Fatti notare su Kijiji. Passaggi passo-passo per intrecciare il vimini. Il luogo dove si trova meglio è quello con terreni umidi e freschi, per il resto si può ambientare anche in giardini di piccole e medie dimensioni, meglio se in presenza di laghetti o piccoli stagni. sai se il tuo fornitore li vende anche on-line. Gli spezzoni che hai piantato in autunno metteranno nuovi germogli in primavera, questi saranno i tuoi primi rami. Vi sono circa 300 specie di salice, di queste, il 10% è spontanea su territorio italiano. ciao. Come potare un salice piangente. Via ringrazio! Naturalmente non è mai stata una potatura intensa ma giusto le punte, max 1 metro di rametto tagliato. Buon lavoro e…divertimento. ciao. Infine terza regola: è buona norma che il terreno venga lasciato pulito, portando via anche il materiale non utile o mettendosi d’accordo con il proprietario per smaltirla. Avrei una domanda per voi: Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. anostomodo.blog@gmail.com Buongiorno, io ho un terreno in prov di Torino verso Asti; e tempo di potatura e non lo so fare! Il salice da cui mi rifornivo, non so se sia grazie al rigagnolo su cui si è radicato, nonostante le varie potature si è sempre ben ripreso. Foto: Alberto Rabitti La stagione della potatura del salice è agli sgoccioli, questi ormai sono gli ultimi giorni per chi vuole andare a caccia di materiale da intreccio, perchè tra non molto anche i salici cominceranno a mettere le prime foglie e a quel punto non si … Se invece andiamo ad osservare i fiori femminili, notiamo un ovario formato da due carpelli saldati e che porta molti ovuli. Tania. E’ una pianta di origini europee ed asiatiche, può arrivare a misurare anche 10 metri anche se dalle nostre parti non se ne vedono di così alte se non in rari casi. Ciao michela. Someone in my Facebook group shared this site with us so I came to check it out. Il salice del deserto non è un salice, anche se sembra uno con le sue foglie lunghe e sottili. In casa troviamo molti oggetti realizzati con il vimini della Pianta di vimini che da secoli viene impiegato per realizzare pizzi di arredamento da giardino come poltrone o divisori frangivento, come i classici cesti, ma non scordiamo le culle, le stuoie e tutti i possibili paraventi.  In giardino ritroviamo la Pianta di vimini anche con il suo “prodotto”: i rami una volta fatti seccare, sono ottimi tutori nell’orto o per i rampicanti.  Utilizzo meno noto ma interessante è quello di questa pianta sistemata ad hoc per consolidare terreni fluviali, lungo canali o sugli argini dei fiumi. Le Salicee, compresa la pianta che ci rifornisce di vimini, hanno fiori unisessuali, quindi o maschili o femminili. Ricevi 5 preventivi gratuiti per Derattizzazione a Salice Salentino. Non vanno messi in acqua se freschi altrimenti marciscono, al massimo puoi tenerli con il “piede” nell’acqua in modo che continuino a vegetare e a tenersi freschi fino in primavera, poi metteranno le foglie e dovrai decidere se piantarli o farli seccare.